La ciclabile di S. Bibiana e la manutenzione degli affetti.

Nelle grandi città, muoversi è una funzione vitale. Inevitabilmente – come sempre – i romani si arrangiano.

Per lo più, si arrangiano con le automobili – così insegna la TV – ed è un disastro. Alcuni, da tempo, si sono accorti che è molto meglio usare la bicicletta.

Moltissimi di questi utilizzano il passaggio obbligato del tunnel di Santa Bibiana. Le amministrazioni romane non sono state in grado di mettere in sicurezza questo passaggio. Lo hanno fatto i ciclisti romani. Già da un anno  la ciclabile “popolare” di Santa Bibiana funziona meravigliosamente ed è rispettata da tutti (gli automobilisti). I ciclisti romani sono molto affezionati a questo breve tratto di strada.

Oggi qualcuno ha pensato che fosse arrivato il momento di fare un po’ di manutenzione: vernice nuova, catarifrangenti, cartello segnaletico. Corre voce che la spesa totale per questo intervento di ordinaria manutenzione si sia aggirato intorno ai 70 Euro. Salvaiciclisti-Roma ringrazia.

Roma non ha il coraggio di toccare il modello di mobilità; gli uffici tecnici dibattono i cavilli. La gente di bici procura facili esempi di infrastrutture a basso costo, necessarie, utili a migliorare in maniera radicale le nostre abitudini e l’uso delle nostre strade.

E’ tutto chiaro? O bisogna fare dei disegni?

Leave a Reply